Il Dirigente scolastico emana il seguente Atto di Indirizzo per le attività della scuola e per le scelte di gestione e di amministrazione relativi alla redazione del PTOF:

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa è da intendersi non solo quale documento con cui l’Istituzione dichiara all’esterno la propria identità, ma quale programma in sè completo e coerente di strutturazione del curricolo, di attività, di logistica organizzativa, di impostazione metodologico-didattica, di utilizzo, promozione e valorizzazione delle risorse umane, con cui la scuola intende perseguire gli obiettivi dichiarati nell’esercizio di funzioni che, pur essendo comuni a tutte le istituzioni scolastiche, contemporaneamente la caratterizzano e la distinguono.

Il coinvolgimento e la fattiva collaborazione delle risorse umane di cui dispone l’Istituto, la motivazione, il clima relazionale ed il benessere organizzativo, la consapevolezza delle scelte operate e delle motivazioni di fondo, la partecipazione attiva e costante, la trasparenza, l’assunzione di un modello operativo che miri al miglioramento continuo di tutti i processi di cui si compone l’attività della scuola chiamano in causa tutti. Solo in questo modo il Piano, da mero adempimento, diventa reale strumento di lavoro, in grado di valorizzare le risorse umane e strutturali e di dare una direzione chiara all’attività dei singoli e dell’Istituzione nel suo complesso.

La mission dell’I.C. è da identificare nell’obiettivo:

Cresciamo insieme imparando ad apprendere

La scuola intende  attivare e favorire la partecipazione dell’alunno a  dinamiche  di interazione e comunicazione, in modo che egli stesso diventi consapevole del proprio apprendimento.

 Strategie per il conseguimento della   “Mission”:

  • Promuovere processi di  inclusione e integrazione fra gli alunni in un contesto multiculturale e multietnico;
  • stimolare motivazione e coinvolgimento nelle varie attività, facendo percepire la scuola come il  luogo in cui sperimentare il piacere di apprendere;
  • valorizzare le risorse di ogni alunno per individuare e sostenere percorsi formativi coerenti con le attitudini e gli interessi di ciascuno;
  • promuovere un clima sereno e collaborativo;
  • fare della scuola un centro di cultura qualificato e aggiornato;
  • far scoprire agli alunni l’importanza dell’apprendimento come “costruzione” graduale, condivisa con il docente e con i compagni;
  • attuare, in particolare, nelle classi a tempo prolungato, ogni possibile attività laboratoriale, al fine di promuovere e valorizzare il valore dell’apprendimento cooperativo e laboratoriale, di attenuare le differenze sociali e culturali, di potenziare iniziative volte all’orientamento, di mantenere un costante dialogo con il territorio e valorizzare le risorse che esso può offrire;
  • Promuovere la cultura della legalità in quanto condizione necessaria per il rispetto degli altri e garanzia indispensabile per far valere i propri diritti.

ll Piano triennale dell’offerta formativa, relativo all’Istituto Comprensivo “Via Poseidone” di Roma, è stato elaborato ai sensi di quanto previsto dalla legge 13 luglio 2015, n. 107, recante la “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”; il piano è stato elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico con proprio atto di indirizzo prot. 6378 D 8/3 del 09/12/2015.

  • Il piano ha ricevuto il parere favorevole del Collegio dei Docenti nella seduta del 26/10/2017;
  • il piano è stato approvato dal consiglio d’istituto nella seduta del 30/10/2017 delibera n. 107;
  • il piano, dopo l’approvazione, è stato inviato all’USR competente per le verifiche di legge ed in particolare per accertarne la compatibilità con i limiti di organico assegnato;
  • il piano è pubblicato nel Portale unico dei dati della scuola.

Il nostro Istituto tra gli strumenti di monitoraggio delle proprie prestazioni utilizza questionari che sono stati somministrati a Studenti, Genitori, personale Docente e personale ATA.

La diagnosi effettuata fornisce informazioni necessarie per:

  • controllare l’efficacia e l’efficienza dell’azione svolta dalla scuola;
  • definire i punti di forza e di debolezza della scuola;
  • individuare , nei processi chiave del servizio scolastico, gli ambiti dove apportare dei miglioramenti.

La soddisfazione viene valutata prendendo come riferimento 6 fattori:

  • Percorso formativo
  • Insegnamento
  • Organizzazione
  • Infrastrutture
  • Clima relazionale
  • Comunicazione

Tali questionari da quest’anno sono stati somministrati online anche agli studenti, oltre Docenti e ATA. I questionari contengono domande alle quali l’intervistato risponde dando la propria valutazione su una scala a 4 livelli.

ANALISI ESITI

PUNTI DI FORZA

L’andamento è generalmente positivo per tutte le categorie sottoposte ad indagine. Le categorie che hanno evidenziato maggiori positività sono:

  • Clima relazionale
  • Percorso formativo
  • Insegnamento

In particolare:

  • Insegnamenti forniti dalla scuola
  • Coinvolgimento degli studenti nelle attività didattiche
  • Soddisfazione bisogni formativi/interessi degli studenti
  • Ambiente scolastico positivo per gli studenti

PUNTI DI CRITICITA’

Le categorie che hanno evidenziato maggiori criticità sono le infrastrutture.

Le domande con un maggior numero di risposte negative sono:

  • Utilizzo dei laboratori
  • Adeguatezza delle apparecchiature
  • I servizi (pulizie e mensa)
La Referente Commissione Autovalutazione
Prof.ssa Cristina Sirignano




In attuazione dell'art. 2, comma 1, del decreto-legge 12 maggio 1995, n.163, è emanato l'allegato schema generale di riferimento, denominato: "Carta dei servizi della scuola", predisposto dal Dipartimento della funzione pubblica, d'intesa con il MIUR. 

Principi fondamentali

La Carta dei servizi dell’Istituto ha come fonte di ispirazione fondamentale gli artt. 3, 33 e 34 della Costituzione Italiana e contiene i principi e le modalità operative fondamentali secondo cui viene erogato il servizio scolastico nell'Istituto.